Spedizioni, FedEx compra Tnt Express. Nasce un colosso forte pure in Europa. Il merger da 4,4 miliardi utile a valorizzare Poste Italiane

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un competitor in più anche per Poste Italiane. Dall’operazione del colosso delle spedizioni FedEx, che ha acquistato l’olandese Tnt Express, nasce uno dei maggiori player sul mercato globale, compreso ovviamente quello europeo. Ma è l’entità del prezzo pagato – 4,4 miliardi di euro tutti in contanti – a valorizzare tutto il comparto e ad aiutare gli analisti che stanno mettendo a punto la quotazione del gruppo guidato da Francesco Caio.

SFIDA A DHL E UPS
Per il corriere statunitense adesso la scommessa è espandersi in Europa e sfidare i rivali Dhl e Ups in un settore dove il boom dell’e-commerce sta offrendo grandi potenzialità di sviluppo facendo dimenticare gli anni più bui della crisi finanziaria mondiale. La mossa di FedEx arriva due anni dopo l’affondo del corriere rivale Ups che a suo tempo aveva cercato di mettere le mani su Tnt. Ma a gennaio del 2013 Ups fu costretta a tirarsi indietro dopo che l’Antitrust decise di bocciare il progetto per violazione delle regole della concorrenza nel settore, dal momento che Ups aveva già una rilevante presenza in Europa.

PAROLA ALL’ANTITRUST
Per l’Authority, infatti, la fusione tra Ups e Tnt avrebbe trasformato il mercato Ue della logistica in un duopolio tra Ups-Tnt e Dhl di Deutsche Post, tagliando fuori di fatto i concorrenti, a partire proprio dalla rivale americana FedEx. Oggi Tnt e FedEx si sono detti “fiduciosi” sul verdetto dell’Antitrust sulla fusione e prevedono di finalizzare la transazione nel 2016. Di fatto il merger non dovrebbe trovare ostacoli visto che il corriere Usa ha sul mercato europeo appena una quota del 2% mentre il gruppo olandese ha circa il 15%.