Statuto M5S, parola agli iscritti. Da domani si vota sulla piattaforma Rousseau. Se non passerà la modifica dovrà essere eletto un nuovo capo politico

VITO CRIMI
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il Movimento 5 stelle ha annunciato la votazione, in programma domani e mercoledì sulla piattaforma , sulle modifiche allo Statuto del Movimento. “Dalle ore 12:00 di domani martedì 9 febbraio 2021 fino alle ore 12:00 di mercoledì 10 febbraio 2021”, l’Assemblea degli iscritti M5S “è chiamata in prima convocazione per esprimersi” sulle modifiche statutarie che porteranno alla nuova governance collegiale. Sono sei i quesiti sottoposti al voto degli iscritti. Uno di questi riguarda l’introduzione di un “Comitato direttivo composto da 5 membri, che duri 3 anni, al cui interno, a rotazione annuale, è individuato chi svolgerà le funzioni di rappresentante legale, le cui deliberazioni siano a maggioranza dei membri”. “Qualora non fosse approvata la modifica statutaria – si legge ancora sul Blog delle Stelle – sarà invece indetta, ai sensi dell’art. 7 comma d) dello Statuto, la votazione del nuovo Capo Politico del MoVimento 5 Stelle”, figura attualmente rappresentata da Vito Crimi (nella foto). La proposta di modifica prevede, infatti, che alla guida del M5S ci sia un Comitato direttivo composto da 5 membri eletti dagli iscritti e non più un capo politico.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Gualtieri assente sulla legalità

Se non ci fosse da piangere sarebbe tutta da ridere l’ultima accusa del candidato dem al Comune di Roma, Roberto Gualtieri, contro la Raggi. Secondo l’ex ministro dell’Economia, la sindaca non è riuscita a sfrattare l’associazione di destra CasaPound dallo stabile che occupa abusivamente nel

Continua »
TV E MEDIA