Strane scommesse in Ciociaria. Boom di puntate sull’espulsione di un calciatore del Frosinone. Il rosso a Gori è arrivato ben presto nel corso del primo tempo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Quell’espulsione al 13′ del primo tempo nella partita tra Napoli e Frosinone è sembrata a tutti molto strana. Basta riascoltare anche l’audio degli increduli commentatori. A essere espulso Mirko Gori del club ciociaro. Un rosso non dovuto certo al fallo, ma da quanto si è venuto a sapere fin ora il difensore del Frosinone avrebbe insultato pesantemente il direttore di gara che lo ha espulso subito dopo. Fin qui niente di strano (educazione a parte) se non fosse per il fatto che dalla Intralot hanno segnalato un flusso anomalo di scommesse in un punto vendita di Frosinone su un’espulsione nel corso della gara. Un caso finito, a quanto pare, dalle parti dei Monopoli di Stato. “Erano state piazzate giocate in modalità sistema integrale (complessivamente 32 sistemi), con una fissa (espulsione si/no di Frosinone-Napoli, ESITO SI) e 3 partite (sempre diverse) dove appunto c’è 1 e X2 della medesima partita. Il sistema quindi– si legge- si sviluppa in 4ine dove solo una combinazione è vincente e per un importo sempre inferiore ai 1.000 euro. I quotisti hanno chiuso immediatamente quel tipo di scommessa e prontamente hanno avvertito attraverso una relazione l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Al momento la refertazione dell’esito Espulsione SI/No è stata bloccata, pertanto i biglietti sono in stato di appeso”.