Stupro, quasi 2.500 le denunce. Il dossier del Viminale: la maggior parte sono a carico di italiani. E la maggior parte della donne ha ancora paura di denunciare

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Le donne hanno paura di denunciare gli stupri. Basti pensare che soltanto il 7% degli episodi viene denunciato secondo quanto emerge dagli ultimi dati diffusi dal Viminale. Violenze che spesso avvengono in famiglia e per questo motivo non sono denunciate.

Sono state 2.333 le violenze carnali tra gennaio e giugno di quest’anno, poco meno rispetto al 2016 quando nello stesso periodo di riferimenbto furono 2.345. Sono state, invece, 2.438 le persone arrestate o denunciate di cui 1.534 italiani e 904 stranieri.

Secondo i tati Istat 4,5 milioni di donne italiane sono state costrette ad atti sessuali e 1.5 milioni quelle violentate: 653mila donne vittime di stupro, 746mila di tentato stupro. Nel quadro degli orrori che emerge sono 37,6% tra mogli e fidanzate ad aver riportato lesioni in famiglia. Partner che perdono spesso le staffe per gravidanze indesiderate, come accaduto nel 7,5% dei casi. Ci sono poi le violenze psicologiche per quattro donne su dieci. In calo i femminicidi, da 245 a 208.