Studentesse americane violentate a Trastevere, arrestato un tassista di 34 anni. Il gip: “Azione premeditata”

Orrore a Roma: due studentesse americane violentate a Trastevere. Per il gip, il tassista accusato del reato aveva premeditato tutto.

Ancora un abuso sessuale ai danni di giovani donne: due studentesse americane sono state violentate a Trastevere. Per il reato commesso, che secondo il gip sarebbe stato premeditato, è stato arrestato un tassista di 34 anni.

Studentesse americane violentate a Trastevere, arrestato un tassista di 34 anni. Il gip: “Azione premeditata”

Studentesse americane violentate a Trastevere. Il gip: “Azione premeditata”

Orrore a Roma. Nella notte del 14 ottobre, due studentesse americane di 19 anni sono state violentate in prossimità degli alloggi dell’università, a Trastevere. In merito all’accaduto, il gip ha disposto l’arresto di un tassista di 34 anni e la reclusione in carcere. È stato, inoltre, riferito che l’uomo avrebbe premeditato lo stupro. In un primo momento, pare abbia individuato le due vittime e poi le avrebbe seguite per compiere l’abuso.

“Le modalità mostrano un’accurata programmazione, favorita dalla conoscenza dei luoghi derivante dalla professione di tassista. Sussiste il concreto e attuale pericolo che l’indagato possa commettere ulteriori reati della stessa specie“, ha scritto il magistrato come riportato da il Messaggero. “Ha parcheggiato il taxi non distante dell’università americana. Proprio in attesa dell’arrivo di qualche studentessa, non potendo spiegare la sua presenza in prossimità dell’istituto in piena notte”, si legge ancora nell’ordinanza.

Arrestato un tassista di 34 anni

Il tassista, attualmente in carcere, deve rispondere all’accusa di violenza sessuale. L’uomo è stato denunciato dalle ragazze che hanno deciso di rivolgersi alle autorità romane a pochi giorni di distanza l’una dall’altra. Dopo aver raccolto le testimonianze delle vittime, gli agenti del commissariato di Trastevere, coordinati dalla pm Daniela Cento, hanno avviato le indagini.

Sulla base delle ricostruzioni sinora effettuate, le due giovani stavano rientrando ai propri alloggi universitari quando il 34enne ha approfittato del malore di una delle studentesse per assalirle e abusare di loro. A incastrare l’uomo, ci sono foto e video fatti dalle vittime e filmati registrati dai sistemi di videosorveglianza della zona. C’è, poi, anche la testimonianza di un vigilantes che ha sentito le ragazze urlare e che ha visto il tassista darsi alla fuga.

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram