Suicidio social. L’attore Jay Bowdy annuncia di togliersi la vita in diretta su Facebook, poi si spara un colpo di fucile alla testa

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Ha annunciato il suicidio in una diretta su Facebook. Poi, senza ripensarci si è sparato un colpo di fucile alla testa. Jay Bowdy, attore di 33 anni, è stato protagonista del clamoroso gesto. Il corpo senza vita è stato ritrovato in auto. Il video è stato prontamente rimosso dal social network: l’artista ha pronunciato un discorso delirante.

L’uomo, sposato con 6 figli, era stato arrestato lo scorso 19 gennaio con l’accusa di violenza sessuale: era stato rilasciato dietro il pagamento di una cauzione, proclamandosi innocente. Ma probabilmente non ha retto alla pressione psicologica, immaginando anche i problemi di lavoro che il processo avrebbe potuto causare alla sua carriera. Jay Bowdy non era una star, ma si era ritagliato uno spazio importante in alcune serie tv e, secondo quanto riportano i siti americani, aveva ricevuto due contatti per lavorare ad alcuni film a Hollywood.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica che ama il Medioevo

Va bene che la destra è conservatrice e quella italiana addirittura preistorica, ma quando ieri le cronache parlamentari narravano della Meloni che ha scritto a Salvini per accordarsi sui candidati alle amministrative non poteva che scapparci da ridere. Ma come: stanno sempre col telefonino in

Continua »
TV E MEDIA