Superbonus 110% verso lo sblocco dei fondi: la misura discussa in Senato. In 11mila chiedono la proroga con una petizione

Superbonus 110% sblocco dei fondi al centro del dibattitto politico con la misura giunta in Senato. Intanto, online ecco la petizione.

Superbonus 110%, si va verso lo sblocco dei fondi anche se è tutto ancora incerto. La misura è arrivata in Senato per essere discussa ed intanto online avanza una petizione per chiedere appunto lo sblocco.

Superbonus 110% verso lo sblocco dei fondi: la misura discussa in Senato. In 11mila chiedono la proroga con una petizione

Superbonus 110% verso lo sblocco dei fondi: la misura discussa in Senato

Il Superbonus 110% corre verso lo sblocco dei fondi. La misura è arrivata in Senato per essere discussa come dichiarato dal senatore del Movimento 5 Stelle Agostino Santillo. Proprio sulla discussione in aula per la conversione in legge del D.L. Aiuti-bis, c’è stata la presentazione di diversi emendamenti volti allo sblocco dei crediti fiscali “che salverebbero Superbonus e imprese”.

Tuttavia, non c’è ancora nessuna conferma anzi i dati dicono il contrario come sottolinea Santillo: “Secondo i dati Enea, il Superbonus 110% aumenta ancora. Resta un enigma l’atteggiamento del premier Mario Draghi, che ha voltato le spalle ad una intera filiera in maniera inspiegabile, preferendo le dimissioni a provvedimenti come lo sblocco dei crediti fiscali, l’esonero della responsabilità solidale e l’esclusione della due diligence”. Infine, Santillo ribadisce la bontà dell’agevolazione fiscale: “Il Movimento 5 Stelle ha ideato e difeso il Superbonus in qualunque occasione. La nostra è l’unica agenda possibile per salvare questa misura che ha creato posti di lavoro, ripresa economica e ha favorito concretamente l’efficientamento energetico e la transizione ecologica”.

In 11mila chiedono la proroga con una petizione

Mentre si discute sullo sblocco della misura,  operatori, cittadini, imprese e professionisti hanno cercato un modo per farsi sentire e attirare l’attenzione del Governo attraverso una petizione online che per ora ha raccolto 11mila firme. “Da oltre 8 mesi il mercato della Cessione del Credito Fiscale generato dai Bonus Edilizi è completamente bloccato e miliardi di euro sono incagliati! Le imprese hanno i cassetti fiscali pieni e i conti correnti vuoti; le famiglie sono sfollate, hanno le case sventrate con i cantieri bloccati e non hanno alcuna possibilità di poter pagare i lavori da ultimare!”, si legge nella petizione.

Pertanto chiediamo che in questa sede sia votato da tutte le forze politiche unitamente, l’emendamento che eliminerà la Responsabilità Solidale tra Cedente (il committente dei lavori che cede il credito fiscale) e Cessionario (cioè chi acquista il credito principalmente le banche) ripristinando l’art. 121 comma 6 del Decreto Rilancio”. Con la petizione si vuole chiedere di approvare un emendamento che elimini lo step del raggiungimento del 30% dei lavori, portandolo direttamente a fine anno, per sbloccare il Superbonus.

Leggi anche: Frode fiscale da 1,8 miliardi, indagate 15 società della grande distribuzione come Gs e Auchan. Sequestrati 260 milioni

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram