Superbonus 110%, il M5S vuole togliere i tetti Isee per le case mono e plurifamiliari. Santillo: “La misura sta dando un grande contributo alla crescita del Pil”

Superbonus Santillo
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Se di fronte alle evidenze quotidiane del grande successo del Superbonus 110% il ministro dell’economia, Daniele Franco, preferisce limitare e circoscrivere la portata della misura, noi siamo già pronti ad andare in senso inverso, come vuole il Paese. Stiamo perfezionando emendamenti, in vista dell’iter parlamentare della Legge di bilancio, per togliere riferimenti a tetti Isee come requisito per continuare a fruire del Superbonus sulle case mono e plurifamiliari”. Lo comunica in una nota il vicepresidente del gruppo M5S al Senato, Agostino Santillo.

“Abbiamo detto e ribadiamo – ha aggiunto l’esponente M5S – che questo tetto configura una discriminazione rispetto alla situazione dei condomini e un limite del tutto incoerente rispetto al fine di efficientamento energetico degli edifici”.

“Il ministro Franco – scrive ancora Santillo – ha detto che la Manovra è espansiva. Se davvero è così, risulta semplicemente impensabile rinunciare al pieno potenziale di una misura che sta dando un grande contributo alla crescita del Pil, destinata quest’anno ad andare anche oltre il +6%”.

La stessa proposta arriva anche dalla Lega. “Il limite Isee per l’accesso allo sconto del 110% per i proprietari di abitazioni unifamiliari è assurdo. Per la Lega va abolito. Il governo – afferma in una nota il vice capogruppo del Carroccio alla Camera, Alessandro Pagano – sul superbonus sta facendo bene, ma occorre fare un ultimo passo per migliorarlo, per renderlo più semplice. Contro le resistenze di chi vuole complicare uno strumento fondamentale per la ripresa”.