E alla fine Tabacci fa stare tutti Bonino. Bruno salva Emma: “Nostro simbolo a disposizione di +Europa”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

I centristi di ispirazione cattolica salvano i mangiapreti radicali. La lista +Europa di Emma Bonino non dovrà raccogliere le firme e solo così potrà partecipare alle politiche del 4 marzo sotto il simbolo di Centro democratico guidato da Bruno Tabacci. La decisione è stata ufficializzata in una conferenza stampa a Roma.

Come si ricorderà, non essendo rappresentata in Parlamento, la lista promossa dall’ex ministro degli Esteri dovrebbe raccogliere 25mila firme ma sostiene che non c’è abbastanza tempo e di essere discriminata dalla nuova legge elettorale. Ha chiesto aiuto agli alleati in pectore del Pd, che tuttavia non garantiscono altro che un aiuto nella raccolta. Così ora a venire in aiuto della storica esponente del Partito Radicale è l’ex democristiano.

“Stamattina ho riunito gli organismi dirigenti di Centro democratico: metto a disposizione il simbolo per la sfida di Emma Bonino, per recuperare una condizione di libertà, consideriamola una scelta di servizio alla democrazia”, ha annunciato Tabacci intervenendo alla conferenza stampa di +Europa sulle firme. “Ringrazio Bruno Tabacci che ci sta dando una grande mano in questo momento. Abbiamo raccolto più di 11mila firme solo in questi giorni”, la risposta della Bonino. “Grazie alla tua scelta hai reso possibile un’opzione democratica per noi e il Paese: +Europa sarà l’unica lista al voto pienamente europeista”, ha detto ancora Bonino.

Un’assemblea il prossimo 13 gennaio sancirà la nascita della nuova lista frutto dell’intesa. Nel simbolo, oltre alla scritta “+Europa con Emma Bonino” ci sarà anche l’indicazione “Centro Democratico”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Il suicidio del servizio pubblico

La difesa strettamente burocratica, da perfetto travet, fatta dal direttore di Rai3 Franco Di Mare in Commissione di vigilanza (leggi l’articolo) per scrollarsi di dosso l’accusa di censura sul concertone del Primo Maggio, spiega più di un’intera enciclopedia perché il Servizio pubblico in Italia è

Continua »
TV E MEDIA