Tamponi e screening a campione per rientrare a scuola dopo Pasqua. La proposta del Garante dell’Infanzia del Lazio

tamponi scuola
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Le regioni, a partire dal Lazio, non devono rimanere inermi ad aspettare cambi di colore ma è necessario che individuino celermente percorsi per riportare i ragazzi sui banchi in modalità tradizionale o alternativa alla scuola classica. Si prevedano tamponi obbligatori per tutti, se approvati anche salivari, per il rientro dopo Pasqua, con screening continuo a campione da proseguire ogni settimana in tutte le scuole. Igienizzazione di tutti gli istituti prima della riapertura e durante il percorso scolastico, nonché miglioramento del trasporto pubblico”. A proporlo è il Garante dell’Infanzia e dell’adolescenza, Jacopo Marzetti

“Se tale sistema non fosse reputato sufficiente a garantire il diritto alla salute dei minori – ha aggiunto parlando all’Adnkronos -, allora in alternativa è necessario prevedere la possibilità che le scuole prospettino dei protocolli d’intesa con spazi comunali, circoli sportivi, parrocchie, laboratori in accordo con i rappresentanti dei genitori. Accordi che devono essere autorizzati dalla regione e dai comuni sotto il vaglio anche dell’autorità di Garanzia”.

“Da preventivare anche copertura assicurativa statale – afferma ancora il Garante del Lazio – e l’uso di personale scolastico aggiuntivo per la sicurezza dei minori, previsto anche dalle ultime disposizioni normative. Obiettivo è dare uno sfogo esterno ai ragazzi, uno ‘spazio temporale’ in cui socializzare svolgendo attività didattiche e sportive off line, senza nulla togliere ai momenti curriculari che potranno svolgersi comunque in dad”.

Ad oggi, a pochi giorni dalla auspicata riapertura dopo Pasqua – conclude Marzetti – non vedo ancora azioni e organizzazioni concrete volte a non lasciare i ragazzi soli davanti a un computer. Ciò a garanzia del loro benessere psico-fisico e di quello delle loro famiglie”.

”Bene l’idea del Garante dell’infanzia e dell’adolescenza Jacopo Marzetti – commenta in una nota la Sindaca di Roma, Virginia Raggi – che propone tamponi obbligatori per tutti per il rientro a scuola dopo Pasqua, oltre ad uno screening continuo a campione ogni settimana. È necessario mettere in campo ogni misura al fine di garantire ai bambini e ai nostri ragazzi la possibilità di svolgere, in sicurezza, l’attività didattica in presenza”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA