Terra, ci sono parenti per te

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Scoperta shock da parte della Nasa. Secondo l’Ansa Sarebbe stato individuato il primo pianeta roccioso di dimensioni del tutto simili a quelle della Terra sul quale potrebbe scorrere acqua allo stato liquido: una condizione fondamentale, questa, per poter ospitare forme di vita.

Si trova nel nostro stesso ‘angolo’ della Via Lattea ed è stato identificato dall’occhio del telescopio spaziale della Nasa Kepler.

Le sue caratteristiche sono riassunte in una dettagliata ‘carta d’identità’ pubblicata sulla rivista Science

Chiamato Kepler-186f, il nuovo pianeta è più grande del 10% rispetto alla Terra ed è il più esterno di cinque pianeti che ruotano intorno ad una nana rossa (una stella più piccola e fredda del nostro Sole) distante 500 anni luce.

Secondo i calcoli della Nasa, Kepler-186f completa la sua orbita in 130 giorni, e la distanza che lo separa dalla sua stella è pari a quella che c’è tra il Sole e Mercurio: si trova dunque nella cosiddetta ‘zona abitabile’, ossia nella regione in cui riceve luce e calore tali da poter mantenere acqua liquida sulla sua superficie.