Terra dei fuochi, diventa reato bruciare i rifiuti

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

E’ reato bruciare illecitamente i rifiuti: e’ legge il decreto sulla terra dei Fuochi. Il Senato ha dato il via libera definitivo con il voto contrario di M5s e Lega Nord. La Camera aveva già approvato il testo. Il senato non ha apportato modifiche. Il decreto “Terra dei fuochi e Ilva” prevede una pena da due a cinque anni per chi brucia i rifiuti abbandonati o depositati in aree non autorizzate. La pena può essere aumentata se a bruciare i rifiuti è
un’impresa o un’attività organizzata.

Il testo prevede inoltre lo stanziamento di 50 milioni di euro l’anno per il 2014 e il 2015 dedicati allo screening sanitario delle popolazioni residenti
nelle zone della Terra dei Fuochi e nei comuni dove si trova l’Ilva e il potenziamento degli studi epidemiologici. La legge prevede inoltre la mappatura dei siti inquinati anche mediante strumenti di telerilevamento, della regione Campania destinati all’agricoltura. Previsto inoltre, l’uso dei proventi illeciti che traggono origine dai delitti ambientali per bonificare i terreni e l’uso dell’esercito per contrastare le ecomafie.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA