Terremoto, estratto l’ultimo corpo sotto l’hotel Roma. Ma ad Amatrice si continua a scavare. Due nuove scosse a Macerata e Ascoli Piceno fanno tornare la paura

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Recuperata l’ultima vittima ufficiale dell’hotel Roma di Amatrice. Il corpo era incastrato tra i calcinacci sotto una trave di cemento armato, dieci metri più in basso di quella che era la posizione originale della stanza dove si trovava al momento della scossa di terremoto che ha raso al suolo lo storico hotel. Nonostante il recupero dei corpi sotto l’albergo dovrebbe essere finito si continua a scavare visto che alcune delle stanze non sono ancora state raggiunte, una decina circa. La lista degli ospiti fa pensare che non ci siano più vittime, ma i Vigili del fuoco vogliono scandagliare tutto per non lasciare alcun particolare al caso. Finora il bilancio ufficiale e complessivo delle vittime segna quota 292. I morti sono stati 231 ad Amatrice, 11 ad Accumoli e 50 ad Arcuata. Gli assistiti nelle tende sono circa 2900, mentre i dispersi potrebbero essere ancora una decina stando alle cifre indicate dal sindaco di Amatrice.

La terra intanto continua a tremare. Oltre alle solite scosse di bassa magnitudo, oggi due scosse hanno fatto risalire la paura. La prima con epicentro a Macerata alle ore 13:26, con magnitudo 3.8. La seconda, ore 15:23, con epicentro ad Ascoli Piceno e magnitudo 3.9.

 

 

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA