Terremoto, Martina si salvò all’Aquila per poi trasferirsi ad Ascoli. Oggi ad Arquata del Tronto il sisma le ha portato via la figlioletta di 18 mesi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Martina Turco nel 2009 se l’era cavata scampando al terremoto che rase al suolo L’Aquila. Dopo quel sisma decise di trasferirsi ad Ascoli Piceno. In questi giorni era in vacanza ad Arquata del Tronto insieme al marito, ma questa volta nel sisma ha perso la sua bimba di 18 mesi: Marisol è morta soffocata dalle macerie. Martina e il marito sono invece ricoverati in ospedale, ma non sono in pericolo di vita. La piccola di 18 mesi stava dormendo nel suo lettino quando il sisma è arrivato nel pieno della notte. Disperato il racconto del nonno della piccola vittima arrivato sul posto poco dopo il crollo: “Non volevano farmi passare perché era tutto pericolante, ma io ho detto che non me ne importava niente, che dovevo andare a cercarli: purtroppo per la bambina non c’è stato nulla da fare”.

A Pescara del Tronto, frazione di Arquata del Tronto, è morto Vito, il nonno di Leone e Samuele, due piccoli fratellini che sono stati salvati da nonna Vitaliana, estratta anche lei viva dalle macerie. I piccoli erano arrivati domenica da Fregene, in provincia di Roma, dove risiedono con i genitori.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Le nomine per tutte le stagioni

Evitando le buche più dure – vedi le parole gravissime del sottosegretario Durigon – Draghi si tiene buono il Parlamento fotocopiando senza il fuoco di sbarramento visto con Conte la stessa prudenza sulla pandemia del suo predecessore. Merito di una situazione sanitaria che migliora, ma

Continua »
TV E MEDIA