Maltempo da paura, scuole chiuse a Roma

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

Nuova ondata di nubifragi ed è in Toscana che si registra i danni maggiori. Non ci sono vittime. Un disperso è stato trovato vivo. A causare l’agitazione l’esondazione dei fiumi Carrione e Parmignola. Allerta massima in tutta la Toscana. Torna la paura anche a Genova e in tutta la Liguria. Nell’estremo Ponente i maggiori disagi con i vigili del fuoco già intervenuti in più casi anche per liberare le strade dagli alberi abbattuti dal vento fortissimo. In Piemonte danni in provincia di Verbania, Biella e Alessandria. Sono una trentina le persone sfollate, a scopo precauzionale, a Gavi, nell’alessandrino, e che hanno trascorso la notte ospitate nelle scuole comunali. Strade allagate e smottamenti hanno bloccato la circolazione. E la paura torna anche a Parma con i fiumi che hanno già superato il livello di guardia. La Protezione civile ha già avviato la fase di preallarme. In Alto Adige nevica. Mentre a sud disagi a Napoli dove sono ferme tutte le navi velogi che collegano Napoli e Pozzuoli alle isole Ischia e Procida, mentre stanno viaggiando regolarmente i traghetti. Più difficile la situazione per Capri, dove è partito solo un traghetto finora.

ALLERTA MASSIMA A ROMA
Domani tutte le scuole di Roma e provincia rimarranno chiuse a causa dell’allerta maltempo. La decisione del prefetto Giuseppe Pecoraro: il Centro coordinamento soccorsi presieduto dal Prefetto di Roma, infatti “ha ritenuto opportuna, in via precauzionale la chiusura”. E le scuole resteranno chiuse pure a Catania.