Toto Riina non fu il mandante della strage del Rapido 904. Il super boss di Cosa Nostra assolto per il disastro del 23 dicembre 1984

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Arriva l’assoluzione per il boss Totò Riina che era accusato di essere il mandante della strage del Rapido 904. Secondo il tribunale di Firenze, “non ha commesso il fatto” che si consumò il 23 dicembre 1984 con un ordigno a bordo del convoglio che esplose uccidendo 16 persone e ferendone 267, all’interno della galleria vicino la stazione di Vernio, tra Firenze e Bologna. Il primo processo, del 1989, era finito con la condanna all’ergastolo di Pippo Calo, Guido Cercola, Franco D’Agostino, e Friederich Schaudinn.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA