Grillo pronto a tutto per il Circo Massimo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Dalla Redazione

Beppe Grillo sfida il sindaco di Roma, Ignazio Marino e il ministero dei Beni Culturali guidato da Dario Franceschini. Il leader del Movimento lancia la provocazione:”Vogliamo il Circo Massimo. E ce lo prenderemo, anche senza permesso”. Nell’area il leader vorrebbe celebrare la festa nazionale del Movimento 5 Stelle. Dal Campidoglio immediata la risposta: “Nessun problema, ma serve un tavolo tecnico. Il Circo Massimo è un’area sottoposta a vincoli archeologici, è necessario l’ok della Sovrintentenza”.

Nel lungo post si legge: “Con il permesso del Comune così come l’avevamo pensata al Circo Massimo o senza permesso, in una pacifica adunata di liberi cittadini. Pacifica ma un po’ incazzata. Perché noi siamo gandhiani ma non coglioni”. La festa si terrà dal 10 al 12 ottobre. Ed entro quella data per evitare altri polveroni sarà necessario avere tutti i permessi del caso. Dalla Soprintendenza Speciale per i beni archeologici Grillo fa sapere di aver ricevuto un secco no lo scorso 31 luglio: “la manifestazione è troppo importante, l’allestimento troppo grande per questa area. Se volete, Italia 5 Stelle la fate altrove, forse”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La Giustizia che fa paura alla Lega

Chi avesse ancora dubbi su uno dei motivi per cui il Governo Conte è stato fermato proprio il giorno prima che l’allora ministro Bonafede facesse il punto sulla riforma della Giustizia, senta bene le parole dette ieri da Salvini: “Questo Parlamento con Pd e 5

Continua »
TV E MEDIA