Tra moglie e marito non mettere il dito, figuriamoci altri partner! Ariccia, due coniugi si incontrano per caso in villa di scambisti: e scoppia il caos

di Monica Tagliapietra
Cronaca

Tra moglie e marito non mettere il dito, dice il proverbio. Figuriamoci se a mettersi in mezzo sono altri partner. Se, poi, il tutto avviene in un locale di scambisti, allora il risultato è una maxi rissa. E una serata all’insegna della trasgressione diventa una vicenda ai limiti del paradosso.  Moglie e marito, due cinquantenni annoiati dalla routine e in crisi già da tempo avevano deciso di passare una notte hard tra mascherine e giochi erotici, ognuno per la sua strada, senza che nessuno dei due però sapesse nulla dell’altro. La coppia, lui un rappresentante di materassi e lei casalinga, di Anagni, in provincia di Frosinone, si trascinavano avanti in un rapporto logoro, tanto che lei passava anche venti giorni a casa de figlio, ad Albano Laziale. E qui, la cinquantenne aveva conosciuto un uomo e con lui aveva deciso di recarsi in una villa per scambisti nelle campagne di Ariccia per passare una notte all’insegna della passione, lontana da sguardi indiscreti. All’ingresso della villa, come da regolamento, le era stato assegnato un numero di camera.

Stesso iter per il marito, che, casualità della vita, proprio la stessa sera aveva pensato di trasgredire e tradire la sua consorte. Ma il destino ci ha messo lo zampino. E a causa di un disguido con un bigliettino, i due si sono ritrovati nella stessa stanza. La situazione è subito degenerata. Moglie e marito hanno iniziato a litigare, ad insultarsi, a darsene di santa ragione, distruggendo la stanza in pochi minuti, è esploso persino il materasso ad acqua, con tanto di rissa che ha visto coinvolte anche altre persone, tra cui il figlio della coppia, avvertito dalla madre. E così dalla serata di trasgressione alla caserma dei carabinieri il passo è stato breve. La coppia di Anagni e il figlio sono stati denunciati per il danneggiamento della villa. Poi marito e moglie si sono denunciati a vicenda per lesioni. Ma oltre alla denunce è arrivata subito la richiesta di divorzio.