Tragedia familiare a Verona. Colpisce a martellate la moglie e il figlio. Poi si suicida. Il folle gesto di un romeno di 37 anni

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un’altra tragedia tra le mura domestiche. Un romeno di 37 anni si è suicidato dopo aver aggredito a martellate, ferendoli gravemente, la moglie e i due figli di 9 e 16 anni in provincia di Verona. A dare l’allarme è stato il vicino di casa che, dopo aver suonato alla porta e non aver ricevuto risposta, è riuscito a entrare e si è trovato davanti il figlio più grande della coppia, ferito e in stato di shock. Poi la scoperta della donna e del figlio più piccolo, colpiti ancora più gravemente tanto che il ragazzino, durante il trasporto in ospedale, ha subito un arresto cardiaco. Gli investigatori non si sbilanciano sul movente della tragedia. Finora non sono stati trovati scritti o altri elementi che possano spiegare il folle gesto del 37enne romeno.