Tragico incidente in Moto2. Muore Luis Salom: aveva 24 anni. Lo spagnolo del SAG Team è scivolato in curva andando a sbattere contro le barriere

dalla Redazione
Cronaca

Non ce l’ha fatta Luis Salom. Il pilota 24enne del Sag Team è morto in ospedale a Barcellona dopo l’incidente durante la seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Catalogna, il settimo del mondiale. Lo spagnolo, secondo quanto sta emergendo in queste primissime ore, è scivolato alla curva 12 andando a sbattere contro le barriere. La sessione delle libere è stata così interrotta, per essere poi cancellata con l’aggravarsi delle condizioni dello spagnolo.

Il pilota è stato subito soccorso: in un primo momento è arrivato l’elicottero a prelevarlo direttamente in pista, ma alla fine si è deciso di trasportarlo in ospedale con l’ambulanza. Dove il suo cuore ha smesso di battere.

LA SUA CARRIERA – Salom aveva cominciato la carriera da professionista nel 2007 correndo il campionato spagnolo nella classe 125, chiudendo settimo con 49 punti nella classifica piloti, ottenendo anche un podio. Nello stesso anno corre anche la Red Bull Rookies Cup posizionadosi quarto con 80 punti in campionato.

Nel 2008 continua nel doppio impegno, giungendo al secondo posto con 96 punti nel campionato nazionale spagnolo di velocità in classe 125 realizzando 2 vittorie in gara. Nella Red Bull Rookies Cup, invece, è secondo con 145 punti, vincendo quattro gare e totalizzando anche cinque podi totali, quattro pole position ed un giro veloce.

Ha gareggiato anche nel motomondiale, nel 2009 correndo i Gran Premi di Spagna e Catalogna come wild card a bordo di una Honda. Dal Gran Premio d’Olanda diventa pilota titolare nel team Jack & Jones passando ad una Aprilia RS 125 R in sostituzione di Simone Corsi. Termina la stagione al 22º posto con 21 punti e ottiene come miglior risultato un sesto posto in Gran Bretagna.

Nel 2010 inizia la stagione nel team Lambretta Reparto Corse, con compagno di squadra Marco Ravaioli e conquista al Gran Premio di Spagna il primo punto stagionale per il team, ma viene sostituito da Michael van der Mark dopo questo Gp.

Nel 2011 passa al team RW Racing GP, ottenendo due secondi posti (Olanda e Australia) e terminando la stagione all’ottavo posto con 116 punti.

Nel 2014 passa in Moto2: il compagno di squadra è Maverick Viñales. Ottiene un secondo posto in Italia e un terzo posto in Argentina e termina la stagione all’ottavo posto con 85 punti.

Nel 2015 rimane nello stesso team, con compagno di squadra Álex Rins. Chiude la stagione al tredicesimo posto in classifica con 80 punti.

Nel 2016 passa al team SAG, alla guida di una Kalex.