Tram investe e uccide un 14enne in bicicletta a Milano. Il sindaco Sala proclama il lutto cittadino

Tram investe un 14enne a Milano, senza lasciargli scampo. Il sindaco Sala proclama il lutto cittadino e sospende tutte i suoi appuntamenti

Tragedia a Milano dove un ragazzo di 14 anni è stato travolto e ucciso da un tram di linea. Tutto è accaduto verso le 8,15 in via Tito Livio, in zona Calvairate, con il giovane che come ogni mattina stava pedalando sulla sua bicicletta per raggiungere la propria scuola assieme all’inseparabile compagno di banco, rimasto illeso.

Tram investe e uccide un 14enne in bicicletta a Milano. Il sindaco Sala proclama il lutto cittadino

Sfortunatamente quella che sembrava una giornata come tante, si è trasformata in tragedia perché qualcosa è andato storto. Proprio mentre i giovani stavano attraversando i binari, L.M. è rimasto bloccato e malgrado il conducente del tram abbia suonato e tentato di frenare il convoglio, non c’è stato nulla da fare.

L’impatto è avvenuto a poche decine di metri dall’ingresso della scuola ma la notizia del terribile impatto è arrivata ai suoi compagni verso le 11.30 quando i suoi compagni hanno osservato un minuto di silenzio: “Si è saputo cosa era accaduto alla seconda ora e scendendo abbiamo visto il fratello in lacrime. Anche lui è un nostro compagno”.

Una tragedia per la quale Atm, l’azienda che gestisce il trasporto pubblico a Milano, ha espresso il proprio cordoglio alla famiglia del 14enne.

Tram investe un 14enne a Milano. Il sindaco Sala proclama il lutto cittadino

“Oggi per Milano è un giorno molto triste. Sto seguendo con dolore la tragedia di via Tito Livio e il mio pensiero è rivolto alla famiglia del ragazzo. Fin da ora annuncio che proclameremo una giornata di lutto cittadino”. Lo scrive su Twitter il sindaco di Milano Giuseppe Sala dopo la morte del ragazzo di 14 anni.

Una tragedia a seguito della quale il sindaco ha deciso di annullare gli impegni pubblici previsti per la giornata di oggi, all’inaugurazione di Eicma 2022 e poi in Triennale, per seguire da vicino la vicenda.

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram