Tremano le province di Terni e Viterbo. Dopo il terremoto di ieri sera, 4.1 la magnitudo della scossa, chiuse alcune scuole

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Trema la dorsante appenninica. E dopo la scossa di terremoto di ieri sera, 4.1 la magnitudo, tra le province di Terni e Viterbo, sono state chiuse due scuole in via precauzionale nei comuni di Castel Giorgio e Castel Viscardo, i comuni dell’epicentro. La profondità dell’evento è stata di circa 15 chilometri. I primi controlli non hanno segnalato danni, fatta eccezione per alcune abitazioni di Castel Giorgio dove si registrano lievi danni strutturali. A seguire ci sono state diverse altre scosse, tutte di intensità. Molte le persone che hanno deciso di passare la notte fuori casa.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA