Trieste, prete accusato di pedofilia si impicca

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

Si è impiccato in canonica don Maks Suard, il parroco accusato di pedofilia. Il parroco di Santa Croce (Trieste), 48 anni, apparteneva alla comunità slovena della diocesi di Trieste, era coinvolto in un caso di abusi sessuali. La notizia è stat resa nota dal vescovo di Trieste, mons. Giampaolo Crepaldiche, venuto a conoscenza il 23 ottobre di “fatti gravi successi molti anni fa che coinvolgevano una ragazzina di 13 anni”, sabato scorso aveva chiamato don Maks “per le dovute comunicazioni”. In quella circostanza il sacerdote aveva ammesso le sue responsabilità. Il vescovo avrebbe dovuto incontrarlo nel pomeriggio di ieri e il Vescovo arrivato in parrocchia intorno alle 16.30, ha trovato la porta della canonica chiusa. Chiamato il sacrestano, che gli ha aperto l’ingresso, ha scoperto il corpo.