Una tromba d’aria ha colpito l’Isola di Pantelleria. Due morti e diversi feriti. Il sindaco Campo: “Un vero disastro, un evento inaspettato”

Pantelleria
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

È di due morti e diversi feriti il bilancio di una tromba d’aria che ha colpito l’Isola di Pantelleria. L’evento intorno alle 19 in località Campobello, a circa tre chilometri dal centro. La tromba d’aria ha letteralmente sollevato una decina di auto che sono finiti all’interno de campi. Una delle vittime si trovava all’interno di una di esse, mentre la seconda è stata trovata a terra. Si registrano danni anche ad alcune case, che sono state scoperchiate ed ai classici muretti a secco.

Una delle vittime, secondo quanto riferiscono i Vigili del Fuoco, è stata travolta dal crollo del tetto della propria abitazione; mentre la seconda, come riferito, è stata trovata priva di vita all’interno della propria autovettura. Dei quattro feriti finora segnalati, uno sarebbe in condizioni gravi.

“Un vero disastro, un evento inaspettato”. Queste le prime parole all’agenzia Italpress del sindaco di Pantelleria, Vincenzo Campo. “Per fortuna non gravi” rivela il primo cittadino pantesco sperando che il bilancio resti invariato. “Proseguono le ricerche da parte dei carabinieri visto che la zona è abbastanza vasta – dice – ma sono rese difficili dall’arrivo dell’oscurità”.

Rispetto all’iniziale stima, che parlava di 4 feriti, il bilancio, intorno alle 21, è salito a 9. Uno di questi, ha confermato all’Italpress il comandante provinciale di Trapani dei carabinieri, colonnello Fabio Bottino,  sarebbe in condizioni gravi con problemi alla schiena e per questo si sta valutando il trasporto in elicottero all’Ospedale di Trapani. La vittima trovata all’interno di una abitazione fatiscente, ucciso dal crollo del tetto, probabilmente aveva cercato riparo all’interno della stessa.

“La tromba d’aria che si abbattuta su Pantelleria ha purtroppo provocato due vittime – ha detto il presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci -, diversi feriti e moltissimi danni. Prego Iddio che il bilancio non si aggravi e sono vicino alle famiglie così improvvisamente colpite negli affetti più cari. Resto in costante contatto con il direttore della Protezione civile regionale, che si è già attivata”.