Trovati alcuni resti nelle campagne di Caronia. Si teme appartengano al piccolo Giole. In corso il sopralluogo degli inquirenti

dalla Redazione
Cronaca

Proseguono senza sosta le ricerche del piccolo Gioele, il bimbo di 4 anni, figlio di Viviana Parisi, la dj di origini torinesi trovata morta nei boschi di Caronia, nel Messinese. Di lui, scomparso con la madre la mattina del 3 agosto dopo un incidente sull’autostrada A20, non si hanno notizie. Dopo la segnalazione di alcuni volontari, che partecipano alle ricerche del bambino, i soccorritori hanno trovato alcuni resti umani irriconoscibili e una maglietta che potrebbero appartenere al bambino.

Il ritrovamento è avvenuto a poche centinaia di metri dal traliccio in cui è stato trovato il corpo della madre. Sul posto è arrivato il procuratore di Patti, Angelo Vittorio Cavallo, che coordina l’inchiesta per omicidio e sequestro di persona dopo la morte di Viviana Parisi. Il pm, accompagnato da vigili del fuoco, agenti della Scientifica e volontari di Protezione Civile, ha fatto un primo sopralluogo dall’alto. La polizia presidia e impedisce il passaggio nella zona che e’ stata temporaneamente circoscritta.

Ed oggi, al sedicesimo giorno di ricerche, arriva anche l’esercito, con uomini e mezzi della Brigata Aosta. Un nucleo ricognizione e tre squadre da dieci persone del 24º reggimento Peloritani di Messina stanno battendo la zona, dove è stato trovato il corpo senza vita di Viviana, al fianco dei Vigili del fuoco e personale della Protezione civile, insieme agli uomini della Forestale, a Polizia, Guardia di finanza e militari del Nucleo cacciatori dei Carabinieri e l’ausilio di cani specializzati.

Ad annunciarlo, dopo un vertice in prefettura a Messina, è stato il procuratore Cavallo che indaga per omicidio e sequestro di persona dopo la morte della donna. Intanto, decine di persone hanno accolto l’appello di Daniele Mondello, il padre del piccolo Gioele, che ha rivolto via Facebook un invito a tutti quelli che si vogliono unire alle ricerche a presentarsi presso il centro di coordinamento sulla ss113, al distributore di benzina IP di Caronia.