Trovato esanime in casa a Roma lo scrittore Valerio Massimo Manfredi. E’ ricoverato in gravi condizioni. Probabile intossicazione da monossido di carbonio

VALERIO MASSIMO MANFREDI
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Lo scrittore e storico Valerio Massimo Manfredi, è stato trovato esanime e soccorso, insieme a una donna, all’interno di un appartamento in via dei Vascellari, nel centro di Roma, e trasportato all’ospedale San Camillo in gravi condizioni. L’ipotesi più probabile, secondo quanto hanno ricostruito Polizia e Vigili del fuoco, è che entrambi siano rimasti intossicati dalle esalazioni di monossido di carbonio sprigionate dalla caldaia dell’appartamento. A dare l’allarme è stata la figlia dello scrittore. Le condizioni Manfredi, 77 anni, sono apparse subito molto gravi e in serata lo scrittore è stato trasferito in elicottero all’ospedale di Grosseto per essere ricoverato in camera iperbarica. La donna che si trovava con Manfredi è la scrittrice Antonella Prenner, docente di Letteratura latina all’Università Federico II di Napoli. Anche lei è ricoverata in gravissime condizioni all’ospedale Umberto I di Roma.