Trovato l’elicottero scomparso giovedì sugli Appennini. Si era schiantato sul monte Cusna e non ci sarebbero superstiti

L'elicottero scomparso giovedì si era schiantato sul monte Cusna e, purtroppo, non ci sarebbero superstiti

Dopo due giorni di ricerche, è stato individuato sul monte Cusna l’elicottero scomparso nel nulla. Come si temeva il velivolo, scomparso giovedì sull’Appennino tosco-emiliano, è precipitato e, purtroppo, non ci sono superstiti.

Trovato l’elicottero scomparso giovedì sugli Appennini. Si era schiantato sul monte Cusna e non ci sarebbero superstiti

Secondo il racconto dei primi soccorritori che sono giunti sul posto, l’elicottero si è schiantato sul greto di un torrente, il Lama, al passo degli Scaloni, a 1.922 metri d’altitudine.

Elicottero scomparso sugli Appennini: nessun superstite

Assieme al relitto del velivolo, decollato giovedì dall’aeroporto di Capannori Tassignano a Lucca e diretto nel Trevigiano, c’erano in totale sette persone. Il pilota, veneto, Corrado Levorin, e sei passeggeri, quattro manager turchi e due libanesi.

Di questi, almeno finora, individuati soltanto cinque cadaveri carbonizzati. Continuano le ricerche delle altre due persone che ancora mancano all’appello.

L’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo (Ansv) ha aperto un’inchiesta di sicurezza e disposto l’invio di un proprio investigatore sul luogo dell’incidente

Pubblicato il - Aggiornato il alle 13:06
Seguici su Facebook, Instagram e Telegram