Trump non scherza più: la guerra nucleare non è una Kim-era. Iniziano le esercitazioni militari Usa-Giappone in funzione anti Nord Corea

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il clima tra Stati Uniti e Corea del Nord resta acceso, anche a distanza di giorni dalle ripetute minacce tra i due Paesi, che hanno anche paventato il rischio di una guerra nucleare.

La portaerei americana Carl Vinson, infatti, ha iniziato una serie di esercitazioni congiunte con la Marina giapponese nel suo viaggio verso la penisola coreana. Lo ha comunicato il ministro della Difesa di Tokyo, spiegando che due cacciatorpedinieri giapponesi hanno raggiunto la Vinson e altre due navi da guerra americane (un incrociatore lanciamissili e un cacciatorpediniere lanciamissili) nel Mare delle Filippine.

Le esercitazioni dureranno diversi giorni. Ieri il vicepresidente Usa, Mike Pence, da Sydney, ha assicurato che la flotta americana guidata dalla portaerei Carl Vinson arriverà nel Mar del Giappone entro il 30 aprile ed è destinata a rafforzare il dispositivo militare per la penisola coreana. Una precisazione che arriva dopo la confusione seguita all’annuncio di Donald Trump dell’8 aprile sull’invio della flotta nella regione, smentito martedì scorso dall’ammissione della Marina Usa che la flotta doveva prima partecipare a manovre congiunte in Australia.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Il suicidio del servizio pubblico

La difesa strettamente burocratica, da perfetto travet, fatta dal direttore di Rai3 Franco Di Mare in Commissione di vigilanza (leggi l’articolo) per scrollarsi di dosso l’accusa di censura sul concertone del Primo Maggio, spiega più di un’intera enciclopedia perché il Servizio pubblico in Italia è

Continua »
TV E MEDIA