Trump rottama pure le politiche sul clima di Obama. Finisce la guerra al carbone a stelle e strisce

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Donald Trump ribalta le scelte fatte dall’amministrazione di Barack Obama anche sul clima. L’annuncio è arrivato dal capo dell’agenzia federale dell’ambiente (Epa), Scott Pruitt, che ha spiazzato tutti rendendo nota l’imminente rottamazione del ‘”Clean Power Plan” che taglia le emissioni degli impianti a carbone.

L’amministrazione Trump ha annunciato la fine della guerra al carbone che comincia con la firma da parte di Pruitt che avvia il ritiro dal piano varato da Obama e di cui il presidente americano Trump aveva ordinato la revisione alla fine di marzo. La rivoluzione sulle politiche del clima è dettata, secondo il nuovo corso del tycoon, “da errori che portarono a un provvedimento che è stato frutto di un eccesso di potere da parte dell’ex presidente”. I sostenitori delle politiche del carbone ritengono che Obama, con questo provvedimento, abbia causato la perdita di moltissimi posti di lavoro nell’ambito dell’energia.

Non la pensano esattamente allo stesso modo i sostenitori del “Clean Power Plan” che giudicano questo provvedimento fondamentale nell’ambito degli sforzi contro il riscaldamento globale.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA