Tuffi proibiti, condannati i fratelli Cannavaro. Fabio, la moglie e Paolo violarono i sigilli della piscina nella villa di Posillipo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Condannati in primo grado i fratelli Fabio e Paolo Cannavaro per violazione di domicilio. L’ex campione del Mondo condannato a dieci mesi, il calciatore del Sassuolo a sei mesi. Quattro mesi anche a Daniela, la moglie di Fabio.  Secondo le indagini della Procura di Napoli i fratelli Cannavaro violarono i sigilli della piscina nella villa milionaria dove c’erano in corso lavori di ristrutturazione che furono poi bloccati per un periodo per abusi edilizi. Per gli abusi sono stati prosciolti incassando l’archiviazione.