Uccisi dal mare e dall’indifferenza europea

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Dalla Redazione

Il Mediterraneo continua a portare morte. Un nuovo naufragio di immigrati è avvenuto a largo della Libia, a 100 km a est di Tripoli. Almeno 20 migranti sono morti e decine risultano dispersi. Lo ha riferito la Marina libica. A bordo della barca, secondo i 22 superstiti, c’erano circa 150 persone.

“Una pattuglia della marina ha messo in salvo 22 migranti immigrati clandestini che erano aggrappati ai resti del loro barca”, ha spiegato il colonnello Kassem Ayoub, portavoce della marina libica, aggiungendo che oltre venti corpi sono stati recuperati. I migranti provenivano dall’Africa sub-sahariana ed erano diretti verso le coste italiane.