Un generale al posto di Arcuri. Il premier Draghi sostituisce il Commissario straordinario per l’emergenza Covid-19. Arriva Figliuolo

Francesco Paolo Figliuolo
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha nominato il generale di Corpo d’Armata Francesco Paolo Figliuolo nuovo Commissario straordinario per l’emergenza Covid-19. “A Domenico Arcuri i ringraziamenti del Governo per l’impegno – riferisce una nota di Palazzo Chigi – e lo spirito di dedizione con cui ha svolto il compito a lui affidato in un momento di particolare emergenza per il Paese”, si legge in una nota di Palazzo Chigi.

Il generale Figliuolo, originario di Potenza, ha maturato esperienze e ricoperto molteplici incarichi nell’Esercito, anche in ambito internazionale e interforze. E’ stato a capo dell’ufficio generale del Capo di Stato Maggiore della Difesa e dal 7 novembre 2018 è Comandante logistico dell’Esercito. In ambito internazionale ha maturato diverse esperienze, in particolare come comandante del contingente italiano in Afghanistan, nell’ambito dell’operazione Isaf e come comandante delle forze Nato in Kosovo tra il 2014 e il 2015.

“Metterò tutto me stesso e tutto l’impegno possibile per fronteggiare questa pandemia. Lavorerò per la nostra Patria e i nostri connazionali” ha commentato il generale all’Adnkronos, aggiungendo che la sua nomina “è stata un fulmine a ciel sereno. Per me una grande attestazione”.

Esulta per la nomina di Figliuolo il leader della Lega, Matteo Salvini. “Grazie presidente Draghi. Missione compiuta”, scrive in un tweet il segretario del Carroccio. Apprezzamenti arrivano anche dall’opposizione. “Bene ha fatto il presidente Draghi a rimuovere Domenico Arcuri – scrive la leader di FdI Giorgia Meloni – da commissario straordinario per l’emergenza Covid-19. Come Fratelli d’Italia siamo stati tra i primi a chiedere di dare un netto segnale di discontinuità sulla pessima gestione del governo precedente. Lo abbiamo detto chiaramente già durante le consultazioni, quando abbiamo consegnato al presidente Draghi un dossier con tutte le anomalie e zone d’ombra della gestione commissariale. Buon lavoro al generale Francesco Paolo Figliuolo per questo importante e delicato incarico. Le nostre idee, le nostre proposte e il nostro contributo in Parlamento sono a sua disposizione”.

Apprezzamenti per la rimozione di Arcuri arrivano anche dal leader di Italia Viva, Matteo Renzi. “La scelta del Presidente Draghi di sostituire il commissario Arcuri con il generale Paolo Figliuolo, responsabile logistico dell’Esercito – scrive l’ex premier su Facebook -, va finalmente nella direzione che Italia Viva chiede da mesi. Bene! Servizi segreti, vaccini, Recovery plan: buon lavoro al Governo Draghi”.

“Arcuri ha servito il Paese e lo ha fatto credo in maniera importante e giusta. Draghi è legittimato e ha le carte in regole per sostituirlo. Bene così, l’importante è sconfiggere il Covid, non è una battaglia sui nomi” commenta, invece, il sottosegretario M5S alle Infrastrutture e ai Trasporti, Giancarlo Cancelleri. “Io non sono per le bandiere, se Draghi ha deciso così ha sicuramente fatto delle buone valutazioni” ha aggiunto l’esponente M5S a chi gli domanda se la rimozione di Arcuri fosse una battaglia vinta della Lega.