Un Paese aperto alla cultura. Tornano i musei gratis la prima domenica del mese. E a Roma più occasioni per chi ama il Rugby

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Dal Colosseo alla Domus Aurea, dalla Galleria Borghese fino alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna. E poi scavi, terme e parchi monumentali. Roma si apre sempre di più alla cultura. E così, dopo la scorsa domenica (ultima di gennaio) con i Musei Vaticani aperti gratuitamente a turisti, curiosi, appassionati d’arte o semplicemente cittadini che vogliono sfruttare tutte le possibilità per conoscere meglio una città come Roma, che sa regalare sempre emozioni uniche, ora domenica (la prima di febbraio) si replica con tutte le bellezze estetiche, storiche e culturali della Capitale. L’iniziativa, come si sa, ormai è più che rodata, dato che è ormai un anno che in tutta Italia le città che hanno aderito ad un lodevole progetto lanciato dal ministero dei Beni Culturali e dal suo titolare, Dario Franceschini, aprono le porte a quanti vogliono sfruttare il fine settimana per visitare musei e gallerie.

Gallerie e mostre – E, ovviamente, non poteva mancare Roma. La lista dei tanti luoghi da visitare nella Capitale è pressoché infinita: dalle Gallerie Nazionali (come la Galleria Spada) ai Musei Nazionali (da quello di Piazza Venezia a quello di Castel Sant’Angelo) per poi passare alle Terme (sia quelle di Caracalla che quelle di Diocleziano) e finire, ovviamente, col non plus ultra di Fori e Colosseo. Certo, fanno sapere da Comune e ministero, sempre meglio prenotare: sono in tanti, infatti, a non volersi lasciar scappare l’occasione d’oro della visita ai musei gratuiti. Ma Roma regala anche un’altra particolarità e opportunità per i cittadini residenti: se infatti queste bellezze saranno accessibili a chiunque, per i romani doc la possiblità si amplia ancora di più, dato che per loro saranno aperti alle visite a ingresso gratuito pure tutti i musei civici del Sistema Musei in Comune: dal mercato di Traiano ai Musei Capitolini fino all’Ara Pacis.

Meta…culturale – Ma non finisce qui. Questo fine settimana, infatti, torna pure l’iniziativa del Mibact, in collaborazione con la Federazione italiana rugby, che prevede l’ingresso gratuito per due persone in dieci musei romani per chiunque acquisti un biglietto del torneo Sei Nazioni di Rugby nel week-end di gara. L’iniziativa è valida per la partita Italia-Galles in programma domenica 5 febbraio, con i musei liberi per i possessori del tagliando da venerdì 3. Insomma, per chi vuole, spazio alla cultura non solo domenica. Ma tutto l’intero fine settimana.