Uno scivolone social. Pistole contro i giudici, Salvini nella bufera per un retweet

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“La difesa è sempre legittima. Giudici comunisti di merda. Spariamo a loro prima”. Sull’account Twitter di Matteo Salvini (nella foto) è apparso per pochi minuti questo retweet. Il messaggio è stato cancellato, ma non è passato inosservato. Francesco Nicodemo, collaboratore di Matteo Renzi a Palazzo Chigi, ha fatto uno screenshot. E ha commentato: “Per la serie i grandi retweet di Salvini. Che vergogna”. Molto dura la presa di posizione di Nicola Fratoianni, coordinatore nazionale di Sel: “Su questa vicenda servono adeguati provvedimenti ma è anche ora che l’irresponsabile Salvini si fermi e la smetta, pur di raccattare 4 voti, di avvelenare l’italia dando spazio ai deliri più brutali e violenti. Il suo è un gioco irresponsabile e pericoloso”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA