Usura con capitali della ‘ndrangheta, 14 arresti a Cosenza. Coinvolto anche il calciatore Francesco Modesto

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

L’accusa è di aver usato capitali della ‘ndrangheta per dare prestiti a tassi usura. E non solo: secondo gli inquirenti ci sarebbe anche un’attività di estorsione. Così quattordici persone sono state arrestate dai carabinieri del Ros e quelli del Comando provinciale di Cosenza. Al centro delle indagini sono finite persone legate alle famiglie Cicero-Lanzino e Rango-Zingari, che gestiscono gli affari criminali a Cosenza. Gli investigatori sostengono che venivano erogati dei prestiti con un tasso al 30%.

Tra le persone coinvolte c’è anche il calciatore Francesco Modesto, 34 anni, attualmente senza contratto ma con tante esperienza in club di serie A e serie B. Nella sua carriera ha infatti indossato le maglie di Palermo, Reggina, Genoa, Bologna, Parma, Padova fino all’ultima annata disputata nella sua Crotone.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA