Vaccini, Palù (Aifa): “Bene via libera Ema. Abbiamo un piano a cui dare la massima priorità e la prima vera arma per fermare la pandemia. Vietato sbagliare”

Giorgio Palù
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Ora che dall’Ema è arrivato il via libera al vaccino Pfizer, siamo vicinissimi a immunizzare contro Sars-CoV-2 le prime persone qui in Italia. Abbiamo un piano a cui dare la massima priorità. Vietato sbagliare”. E’ quanto ha detto all’Agi il virologo e presidente dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), Giorgio Palù, a proposito del via libera dell’Ema al vaccino anti-Covid di Pfizer (leggi l’articolo). “Finalmente – ha aggiunto – abbiamo a portato di mano la prima vera arma che potrà aiutarci a fermare l’avanzata di questa pandemia”.

“L’Ema ha dato il suo ok ‘tecnico’, cioè dopo aver analizzato ogni aspetto del vaccino, sicurezza ed efficacia compresa. Ora tocca alla Commissione europea che riunirà tutti i ministri della salute per avallare formalmente questo nuovo vaccino. La riunione è prevista per domani, ma non escludo che venga anticipata a stasera. Poi spetterà alle varie agenzie nazionali dare il proprio avallo e procedere con la sorveglianza”.

“Il vaccino – ha aggiunto Palù – arriverà prima allo Spallanzani che farà poi da collettore con le altre regioni, ma ci vorranno i primi di gennaio per avviare la vera e propria campagna di vaccinazioni. Ci aspettavamo già dall’Ema una decisione del genere. La Fda infatti ha approvato il vaccino della Pfizer ancora prima. Mentre sia l’Ema che l’Fda hanno chiesto più tempo e dati prima di dare l’ok al vaccino di AstraZeneca. Questo dovrebbe rassicurarci sulla serietà delle loro valutazioni”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Per la sinistra dei Tafazzi non c’è cura

Inutile nascondersi dietro alibi o rimpianti: il vaccino per il Covid l’hanno trovato ma per l’autolesionismo della Sinistra non c’è cura. A destra, dove Salvini e Meloni non si parlano e Forza Italia ormai ha poco da dire, come al solito si presenteranno con candidati

Continua »
TV E MEDIA