Venerdì nero per i trasporti. Si fermano metro, bus, treni e aerei. Dura protesta contro la deregolamentazione del settore. Nel mirino Uber e le auto a noleggio

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Sciopero del trasporto pubblico a Roma, con metro chiuse e bus a rischio dalle 8.30 alle 12.30. Lo sciopero pubblico è stato indetto per tutta la giornata di oggi dai sindacati Cub, Si-Cobas, Usi-Ait e Sbmè. L’astensione dal lavoro riguarda diverse città italiane. A Roma, però, il Prefetto ha limitato lo sciopero della mobilità alle quattro ore mattutine per evitare gravi ripercussioni. La protesta indetta dai sindacati per l’intera giornata è “contro la guerra e la politica economica e sociale del governo”.  I conducenti delle auto bianche hanno deciso di sospendere temporaneamente il loro stop proclamato per protestare contro la deregolamentazione del settore, con Uber e le auto a noleggio con conducente. A fermarsi non saranno solo bus e metro, ma anche treni e aerei. Per quanto riguarda i treni lo sciopero del personale ferroviario indetto da Cub Trasporti e Sgb è scattato dalle 21 di ieri fino alle 21 di oggi. Garantite le Frecce, ma non tutti i regionali e gli Intercity.