Veronica Lario tradita dal mattone

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

Gli immobili sfitti, a partire da Palazzo Borromini di Segrate (liberato dal colosso farmaceutico Shering, trasferitosi a Roma), e il calo dei ricavi (-3,61 milioni), mandano in rosso Il Poggio. La società in cui Veronica Lario ha concentrato tutti i suoi immobili (per attivi pari a 51,4 milioni), secondo l’agenzia di stampa Radiocor ha chiuso il 2013 con una perdita di 539mila euro. L’ex moglie di Silvio Berlusconi ha investito su Palazzo Canova, a Segrate, rilevato nel 2009 per circa 30 milioni e che, di fatto, è stata la prima grande opera immobiliare del Cavaliere. Il patrimonio del Poggio comprende appartamenti a Olbia, Londra e Bologna e altrettanti palazzi, di cui uno a Milano e due a Segrate (Palazzo Borromini e Canova), dove possiede anche 55 posti auto. Inoltre controlla un altro immobile a New York e una quota di leasing immobiliare a Londra.