Verso gli Stati generali del M5S. Le Parole Guerriere tornano in Movimento. Si punta al raggiungimento della democrazia diretta

dalla Redazione
Politica

In vista degli Stati generali del Movimento 5 Stelle, la piattaforma “Parole Guerriere” ha pubblicato la sua proposta per una vera e propria metamorfosi di M5S. Partendo dalla presa d’atto di una “profondissima crisi identitaria” e sostenendo che vi è una “forma inadeguata” della struttura movimentista, si punta al raggiungimento della democrazia diretta. Vengono proposte l’adozione una nuova Carta associativa, sedi stabili nei territori, organi direttivi eletti a maggioranza, il passaggio di proprietà del simbolo da Beppe Grillo all’organizzazione politica stessa, così come per la piattaforma Rousseau, che verrebbe tolta a Davide Casaleggio (nella foto). E in molti aspettano un’assemblea pubblica estesa da tenersi in autunno, prima degli stessi Stati generali.