Vespa si candida e si boccia come sindaco di Roma. Il conduttore di Porta a Porta prima fa uscire la notizia poi la smentisce

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Silvio Berlusconi ha un rapporto con Bruno Vespa che va ben oltre il desiderio di vedere il giornalista affacciato al balcone del sindaco di Roma con affaccio sui fori imperiali. Il loro è un rapporto antico che può perdonare di certo qualche marachella. Tipo far uscire la notizia che lo stesso Berlusconi vuole Vespa sindaco di Roma. Notizia la cui fonte – secondo alcuni bene informati – è lo stesso conduttore di Porta a Porta. Sì, proprio Vespa che si è affrettato a smentire di essere interessato a correre con il Centrodestra per il Campidoglio. L’indiscrezione era uscita come ipotesi nei sondaggi affidati dal Cavaliere alla fidata Ghisleri. Ipotesi che secondo una fonte non identificata sarebbe stata riferita da Berlusconi a Salvini e alla Meloni. Nessuno però ha sentito questa conversazione, né il leader di Forza Italia ne ha parlato persino alla recentissima presentazione del libro di Vespa. L’indiscrezione però è bastata a far partire la grancassa. Vespa d’altra parte, era già stato lanciato al centro dell’attenzione, con le medesime modalità, pochi mesi fa quando c’era da nominare il presidente della Rai. Anche allora, come adesso, il conduttore se ne uscì con un grazie ma non posso, sottolineando di amare il suo lavoro e di non voler rinunciare a quello che fa. Ecco, appunto. Che si sappia che Vespa non intende rinunciare a quello che fa. Il direttore generale della Rai, Campo Dall’Orto è avvisato.