Via libera del Consiglio dei ministri allo slittamento delle elezioni amministrative. A causa dell’emergenza Coronavirus il voto sarà rinviato in 7 regioni

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera allo slittamento delle elezioni amministrative. Nel testo del decreto è attesa la definizione delle finestre entro le quali ciascuna Regione chiamata al voto potrà indire le elezioni. Il voto, a causa dell’emergenza Coronavirus, slitterà in sette le regioni: Veneto, Liguria, Campania, Toscana, Marche, Puglia e Valle D’Aosta. I comuni che invece dovranno eleggere i nuovi Consigli sono 1.137, di cui 18 capoluoghi di provincia. Tra le città che torneranno al voto ci sono Venezia, Reggio Calabria, Trento, Bolzano, Arezzo e Viareggio. Il decreto legge consentirà il rinvio delle elezioni regionali e comunali, previste per questa primavera, in una data compresa tra il 15 settembre e il 15 dicembre. I relativi consigli regionali sono prorogati fino al 31 agosto.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Bongiorno conflitti d’interesse

Fosse per certi leghisti dovrebbe dimettersi pure Papa Francesco. Quindi che c’è da meravigliarsi se ieri si sono svegliati con la pretesa di cacciare dal governo la sottosegretaria Macina, coriacea esponente dei 5 Stelle passata per le armi senza bisogno di processo per lesa maestà

Continua »
TV E MEDIA