Via libera della Camera al decreto Covid, 219 i voti favorevoli. Ora il pacchetto di provvedimenti legali alla proroga dell’emergenza passa al Senato

dalla Redazione
Politica

L’Aula Camera ha approvato, questa mattina, il decreto Covid che ora passa al Senato. I voti favorevoli sono stati 219, i contrari 126, 1 astenuto. Il decreto, in seguito alla proroga dello stato di emergenza fino al 15 ottobre, posticipa l’efficacia delle disposizioni contenute nei decreti legge 19 e 33 che hanno disciplinato, rispettivamente, l’applicazione delle misure per contrastare l’espandersi dell’epidemia ed il loro graduale allentamento. A creare malumori, durante il dibattito in Aula, è stato in particolare un comma dello stesso decreto che riguarda il rinnovo dell’incarico dei vertici de Servizi di informazione per la sicurezza. La norma stabilisce che il rinnovo dei direttori delle due agenzie di intelligence, Aise e Aisi, e del Dis può essere disposto dal Governo per più di una volta e al massimo per ulteriori quattro anni. Attualmente l’incarico dei tre direttori, della durata massima di quattro anni, può essere rinnovato una sola volta.