Via libera dell’Ema al vaccino anti-Covid per i bambini. Per gli under 12 previste due somministrazioni con Pfizer in dose ridotta

vaccini Pfizer bambini Ema
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

L’Agenzia europea per i medicinali (Ema), ha approvato l’estensione dell’uso del vaccino Covid-19 di BioNTech-Pfizer per i bambini di età compresa tra 5 e 11 anni. Il vaccino, sviluppato da BioNTech e Pfizer, è già approvato per l’uso in adulti e bambini di età 12 e superiori.

“Nei bambini di età compresa tra 5 e 11 anni- spiega l’Ema in una nota -, la dose di Comirnaty sarà inferiore a quella utilizzata nelle persone di età pari o superiore a 12 anni (10 microgrammi rispetto a 30 microgrammi). Come nel gruppo di età più avanzata, viene somministrato con due iniezioni nei muscoli della parte superiore del braccio, a distanza di tre settimane”.

“Uno studio principale su bambini di età compresa tra 5 e 11 anni – spiega ancora l’Ema – ha mostrato che la risposta immunitaria a Comirnaty (il vaccino Pfizer-BioNTech) somministrata a una dose più bassa (10 microgrammi) in questo gruppo di età era paragonabile a quella osservata con la dose più alta (30 microgrammi) in pazienti di età compresa tra 16 e 25 anni (misurato dal livello di anticorpi contro SARS-CoV-2)”.

“L’efficacia di Comirnaty – aggiunge la stessa agenzia europea annunciando il via libera alla somministrazione del vaccino anti-Covid per i bambini – è stata calcolata in quasi 2 mila bambini di età compresa tra 5 e 11 anni che non presentavano segni di infezione precedente. Questi bambini hanno ricevuto il vaccino o un placebo. Dei 1.305 bambini che hanno ricevuto il vaccino, tre hanno sviluppato Covid-19 rispetto a 16 dei 663 bambini che hanno ricevuto il placebo. Ciò significa che, in questo studio, il vaccino era efficace al 90,7% nel prevenire il Covid-19 sintomatico (sebbene il tasso reale potesse essere compreso tra il 67,7% e il 98,3%)”.

Leggi anche: L’Ema anticipa la decisione sul vaccino per gli under 12. Palù: “Da lunedì potremmo avere in Italia il vaccino per i bambini”.