Vigile spara a sindaco e vicesindaco nel varesotto: sono gravi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Erano circa le 9.30 di questa mattina quando il sindaco di Cardano al Campo, Laura Prati, e il suo vice Costantino Iametti sono stati feriti da un vigile urbano sospeso dal servizio. Il primo cittadino del paese alle porte di Varese era nel suo ufficio con il vicesindaco per ricevere, come ogni martedì, i cittadini che le volevano parlare. Il vigile urbano, sospeso dopo un processo per truffa a suo carico, questa mattina si è presentato in Comune e si è fatto largo tra le persone in coda. Una volta entrato nell’ufficio del sindaco ha iniziato a sparare. Dopo aver ferito il sindaco all’addome e il vicesindaco alla testa, si è dato alla fuga. “Adesso ho regolato miei conti” avrebbe detto allontanandosi. Poco dopo l’uomo è entrato negli uffici della Cigl in via Mameli, 53 a poche centinaia di metri dal Municipio, ha chiesto a tutti di uscire e ha lanciato una sorta di bottiglia molotov artigianale, poi ha ripreso la sua auto e si è allontanato. A fermarlo sono stati gli agenti del commissariato di polizia di Gallarate, che lo hanno intercettato e bloccato davanti alla discoteca Nautilus di Cardano. Anche il vigile è stato portato in ospedale e medicato per alcune ferite lievi.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA