Viminale, controlli più incisivi durante le feste. In campo 70mila agenti. Lamorgese: “Sarà un Natale di sacrifici”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“I controlli natalizi? Ci saranno circa 70mila forze dell’ordine addette a questi controlli ma non ci potrà essere una militarizzazione delle città, che andrebbe in controtendenza con l’apertura delle attività e lo shopping consentito”. E’ quanto ha detto a Sky Tg24 il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese. “Sarà certamente un Natale particolare – ha aggiunto l’esponente dell’Esecutivo -, di sacrifici, dovremmo allontanarci dalle nostre tradizioni. Ma sarà necessario perché ci consentirà di affrontare l’anno nuovo in maggiore sicurezza”. Alla domanda se saranno rafforzati i controlli alle frontiere, il ministro dell’Interno sottolinea come “saranno certamente da presidiare con controlli più incisivi, per evitare che si diffonda la pandemia. Abbiamo vissuto l’esperienza di questa estate e dobbiamo evitare che ci sia una terza ondata”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Ci mancava il regalo ai mafiosi

Partito come un venticello, il soffio della restaurazione sta diventando un tornado. Draghi a Palazzo Chigi ne è di per sé il sigillo di garanzia, ma siccome il suo è definito da stampa e poteri forti il “Governo dei migliori”, c’è chi ha deciso di

Continua »
TV E MEDIA