Vitalizi, come volevasi dimostrare. Al Senato il Pd boccia la richieste dei 5 Stelle: niente procedura d’urgenza per approvare subito la legge

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Come volevasi dimostrare: se alla Camera la legge sui vitalizi è passata col voto trasversale, Pd e M5s insieme, ora al Senato il vento cambia e non di poco: i Cinquestelle infatti vogliono fare presto, ma sono stati bloccati dallo stesso Pd e dal resto dei gruppi di Palazzo Madama che chiedono di discutere il provvedimento con le procedure normali.

Quindi i consueti 60 giorni di tempo anziché 30, come previsto dall’iter d’urgenza. Per il Pd qualche giorno di differenza non cambia niente, perché il tema sarà comunque affrontato in autunno. Al Senato solo il M5s ha votato a favore dell’inversione dell’ordine dei lavori. Per Beppe Grillo, che pubblica un post sul blog poco prima della votazione, è un “clamoroso voltafaccia”.