Voglia di Italexit. Il leghista Borghi volta le spalle all’Euro: “La Lega pronta ad uscire”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Uscire dall’euro “farebbe bene al nostro Paese”. Inizia così l’intervista, oggi in edicola, concessa dal consigliere economico di Salvini e presidente della commissione Bilancio della Camera, Claudio Borghi, al magazine tedesco Capital. Un botta e risposta in cui il leghista ha spiegato che sarebbe “pronto a compierla (l’uscita dall’euro, ndr), se ci fosse una legittimazione democratica, come una vittoria elettorale con più del 50 per cento”. Parole di fuoco che sono state precisate dallo stesso Borghi ieri con un tweet in cui ha precisato: “Riprovano il solito giochetto prendendo un’intervista di un mese fa dove dico che l’euro non mi piace (sai che novità) ma che non uscirei senza pieno mandato democratico a farlo. Ovviamente si omette il ‘ma’ e si fa il titolo ad effetto. Che noia”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA