Zaia blinda il Veneto. Confini comunali chiusi dalle 14 in poi. L’ordinanza sarà in vigore dal 19 dicembre al 6 gennaio

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Dal 19 dicembre al 6 gennaio stabiliamo la chiusura dei confini comunali a partire dalle 14: abbiamo già un testo ma lo firmerò domani sera. Le attività produttive e commerciali non chiuderanno: chi ha la serranda non la abbasserà, ma dalle 14 si lavora solo con cittadini della propria città”. E’ quanto ha annunciato il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia.

Il Governatore ha precisato che l’ordinanza non prevede zone rosse e ha come obiettivo “distribuire il flusso commerciale”. “È una soluzione equilibrio – ha aggiunto – che avrà le sue deroghe. Si tratta di una sorta di zona arancione di scala”. L’ordinanza, ha detto ancora Zaia, è “un sacrificio per il futuro, sono chiamato per il mio ruolo a prendere decisioni e non lo faccio con gioia, mai avrei pensato di occuparmi di una pandemia, ma da due mesi il Veneto è in zona gialla grazie al sistema che ha funzionato e non a numeri taroccati”.

Il provvedimento, ha spiegato ancora il presidente del Veneto, “conterrà anche una forte raccomandazione per i cittadini a uscire nel proprio comune dopo le 14 perché troveranno meno code e condizioni migliori: è un atto di coinvolgimento dei cittadini”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

I finti miracoli di Gualtieri

Facciamolo santo subito. E visti gli ultimi miracoli, mettiamolo tra i beati che contano, minimo minimo alla destra del Padre. A Roberto Gualtieri, d’altra parte, i prodigi vengono così, naturali. Prendiamo la sporcizia di Roma. Aveva promesso una pulizia straordinaria a dicembre, e puntualmente il

Continua »
TV E MEDIA