Zingaretti incontra Conte: “Programma sia di svolta”. Le priorità dei Dem: sicurezza urbana, periferie, sanità e taglio delle tasse per i salari medio-bassi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Il presidente ha preso nota e ci ha dato appuntamento nel percorso che lo porterà a stilare il prossimo programma di governo, ascoltando anche le altre forze politiche per capire quali punti faranno parte e come del programma che vogliamo sia di svolta per questo nostro paese”. E’ quanto ha detto il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, al termine delle consultazioni con il premier incaricato Giuseppe Conte.

“Abbiamo chiesto di aprire una stagione di vere politiche per la sicurezza urbana – ha aggiunto il leader dem -, c’è stata molta propaganda in questi mesi. Significa chiudere i contratti sulle forze dell’ordine, in vestire sulle forze dell’ordine, investire sulle periferie e rendere più sicure le città. Abbiamo proposto che sui dl sicurezza si proceda almeno al recepimento delle indicazioni del Presidente della Repubblica”.

“Siamo contenti – ha detto ancora Zingaretti – e notiamo che l’avvio di questa possibile nuova stagione politica è stata salutato dai mercati positivamente con un calo dello spread che apre a politiche espansive di investimento, nuove possibilità e prospettive. Rilancio del tema della scuola e della formazione come grande priorità del Paese, abbiamo proposto l’idea che per i redditi medio-bassi si studino formule che rendano possibile la formazione gratuita dall’asilo nido fino all’università”.

“Sappiamo – ha aggiunto il segretario del Pd – che l’innalzamento dell’età media della popolazione rende fondamentale riaprire una grande discussione sulla qualità e capacità di coprire l’universalità delle cure, un investimento quantificato per almeno 10 miliardi per il prossimo triennio e nuove assunzioni”. E poi, ancora, tra le priorità dei dem c’è il “taglio delle tasse per i salari medio-bassi”