Avvio con il segno meno per la Borsa di Milano (-0,16%). Soffrono Tim, Eni e Unicredit. Lo spread a 247 punti

dalla Redazione
Economia
borsa

La Borsa di Milano, dopo un avvio positivo in linea con gli altri mercati europei (+0,30%), gira in calo. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib cede lo 0,16% e prevalgono gli ordini in vendita in particolare su Tim (-2,28%), Eni (-0,4%) e Unicredit (-0,5%). Deboli banche ed energia con Bpm in calo dell’1,1%, Snam dello 0,6%. Segno meno anche per la Juventus che cede l’1,5%, Ferragamo che oggi presenta i conti scivola in calo dell’1,14%. Fuori dal paniere principale Mediaset, in attesa dei conti sale con cautela (+0,5%); soffre Tod’s (-3,88%). Banca Ifis cede il 2,34%. Maire Tecnimont guadagna l’1,85%. Lo Spread tra Btp e Bund in lieve calo in apertura di giornata, a 247 punti, dopo aver chiuso ieri a quota 250.